Concorso 76 esperti Banca d’Italia e illegittimità del voto minimo di laurea

Banca d'ItaliaNuovo concorso pubblico indetto dalla Banca d’Italia per 76 esperti e profili di illegittimità.

 

Lo scorso 21 dicembre la Banca d’Italia ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 76 esperti, di cui:

  • 18 con orientamento nelle discipline economico-aziendali
  • 10 con orientamento nelle discipline economico-finanziarie
  • 17 con orientamento nelle discipline giuridiche
  • 15 nelle discipline giuridiche per esigenze delle Segreterie tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario
  • 10 con orientamento nelle discipline statistiche
  • 6 con orientamento nelle discipline economico-politiche

La partecipazione al concorso è consentita solamente ai candidati in possesso di laurea magistrale/specialistica o diploma di “vecchio ordinamento” nelle discipline indicate, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente.

Saranno, pertanto, esclusi tutti coloro che – pur avendo conseguito il titolo di studi richiesto – non raggiungono il punteggio di 105/110.

Avverso tale esclusione, riteniamo possibile procedere con una specifica azione giudiziaria che – sulla scorta della copiosa giurisprudenza in materia – miri a garantire la partecipazione al concorso a tutti coloro che sono in possesso del titolo di studio richiesto, a prescindere dal voto di laurea.

Nel disporre tale limitazione alla partecipazione al concorso, infatti, il bando – oltre a violare il principio del favor partecipationis – contrasta con le prescrizioni di cui all’art. 17, comma 1, lett. della legge delega n. 124/2015, il quale prevede testualmente “la soppressione del requisito del voto minimo di laurea per la partecipazione ai concorsi per l’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni”.

Tutti coloro che fossero interessati e volessero aderire alla diffida possono contattarci telefonicamente allo 0916256679  oppure  inviare una email a info@avvocatolamalfa.it.

Ai fini dell’adesione, è necessario far pervenire la documentazione entro il 26 gennaio 2018.

E’ possibile fissare un appuntamento con i nostri legali presso la sede di Palermo, tramite i contatti che trovate sul sito o al numero 0916256679.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn